L’Ayurveda constiste in un corpo di conoscenze e tecniche antichissime, con più di 5000 anni di storia: essa affonda le sue radici in India, dove tutt’oggi si utilizza come metodo per riequilibrare il corpo ed è considerata parte della medicina istituzionale.

Nello specifico, il massaggio ayurvedico è un particolare tipo di trattamento olistico individuale (operatore/ ricevente) effettuato per favorire e stimolare il benessere psicofisico della persona.

Secondo la filosofia ayurvedica, infatti, ogni parte del corpo del ricevente, è influenzata da tre bioenergie principali, i cosiddetti “dosha”, dal cui rapporto reciproco dipendono tono e vitalità della persona (vedi anche >> “Origini & Filosofia”, a seguire)

Il massaggio ayurvedico, pertanto, è uno dei mezzi utilizzati per ripristinare un equilibrio più “ecologico”, più vantaggioso,  tra il corpo e la mente, favorendo in questo modo il nostro benessere psicofisico;  attraverso l’utilizzo di precise manipolazioni in diverse aree del corpo –  oltre a favorire la circolazione sanguigna e linfatica, restituisce una più radiosa armonia interiore ed esteriore, piacere di vivere, bellezza.

(NB: Ricordiamo che, benché in alcuni paesi – come l’India – l’Ayurveda sia riconosciuta come parte della medicina istituzionale, noi lo proponiamo come percorso di benessere e riequilibrio, finalizzato alla cura globale, e non di tipo medico-terapeutico, della persona)

*4

Secondo la filosofia ayurvedica, la tecnica di manipolazione utilizzata per eseguire il massaggio in questione rappresenta il mezzo attraverso il quale è possibile raggiungere l’equilibrio e la perfetta armonia fra corpo e mente. Infatti, ogni parte del corpo è influenzata da tre bioenergie principali, i cosiddetti dosha: Vata,  Pitta Kapha; uno squilibrio di queste energie porta alla comparsa di disturbi di diverso tipo, variabili in funzione del dosha interessato e della parte del corpo da esso influenzata.

E’ importante ricordare che il Massaggio Ayurvedico è solo una parte dell’intero di conoscenze Ayurvediche, che troviamo per la prima volta esplicitata nei testi sacri Vedici (tradizione induista), insieme altri aspetti ritenuti altrettanto importanti per il conseguimento del benessere globale della persona, come: alimentazione vedica; corretto pensiero; stile di vita armonioso e soprattutto la pratica meditativa e di conoscenza del Sè, che rappresenta l’obiettivo ultimo di tutta la scienza vedica.

Secondo la filosofia ayurvedica, la tecnica di manipolazione utilizzata per eseguire il massaggio in questione rappresenta il mezzo attraverso il quale è possibile raggiungere l’equilibrio e la perfetta armonia fra corpo e mente. Infatti, ogni parte del corpo è influenzata da tre bioenergie principali, i cosiddetti dosha: Vata,  Pitta Kapha; uno squilibrio di queste energie porta alla comparsa di disturbi di diverso tipo, variabili in funzione del dosha interessato e della parte del corpo da esso influenzata.

E’ importante ricordare che il Massaggio Ayurvedico è solo una parte dell’intero di conoscenze Ayurvediche, che troviamo per la prima volta esplicitata nei testi sacri Vedici (tradizione induista), insieme altri aspetti ritenuti altrettanto importanti per il conseguimento del benessere globale della persona, come: alimentazione vedica; corretto pensiero; stile di vita armonioso e soprattutto la pratica meditativa e di conoscenza del Sè, che rappresenta l’obiettivo ultimo di tutta la scienza vedica.

Il Massaggio Ayurvedico è un trattamento olistico individuale (ricevente e operatore/trice) che si pratica sul lettino, per una durata variabile dai 50 ai 90 minuti circa, a seconda dei casi.

Lavorando a contatto pelle, l’operatore/trice utilizza sempre degli olii caldi erbalizzati, che non soltanto contengono sempre dei principi erboristici con riconosciuti effetti benefici, ma vengono scelti in modo mirato sulla base del lavoro che si intende svolgere e della fisiologia energetica del ricevente.

Il Massaggio Ayurvedico si avvale di pressioni e manipolazioni di varia qualità e intensità, passando dal contatto lieve e rilassante delle manovre a scopo linfodrenante fino a quello più intenso e avvolgente delle pressioni tipicamente ayurvediche, con varie sfumature intermedie che tengono conto della sensibilità personale del ricevente e della sua disponibilità energetica a sbloccare dei livelli emozionali.

Il massaggio ayurvedico è consigliato per ripristinare un equilibrio più radioso tra corpo e mente, favorendo così il benessere psicofisico globale della persona.

Oltre a ciò è notevole il suo effetto sulla circolazione sanguigna e linfatica, favorendo la circolazione dei fluidi vitali con conseguente raggiungimento di un tono corporeo più vitale.

Inoltre può essere utile anche per contrastare di disagi che possono affliggere la persona nella sua quotidianità, fra cui:

Tensioni muscolari

Gonfiore delle gambe e dei piedi

Cellulite e adiposità localizzate

Lievi alterazioni o disturbi della circolazione sanguigna e linfatica

Contrastare dolori muscolari e articolari

Eliminare l’affaticamento muscolare

Favorire l’eliminazione di tossine

Alleviare lo stress

Contrastare le tensioni, la stanchezza e l’affaticamento mentale

Favorire il rilassamento

Ridurre gli stati ansiosi.